La Tramvia si sdoppia: niente ‘variante Rifredi’

Tramvia Vittorio Emanuele

La variante Rifredi non si farà: i binari della Linea 3 della Tramvia si sdoppieranno su via Corridoni e su via Vittorio Emanuele.

Percorso

Il 2016 comincia con una notizia molto importante per la Tramvia. Si parla della Linea 3, il cui percorso, come sappiamo, va dall’ospedale di Careggi fino alla Stazione, trasformandosi poi in Linea 1 ed arrivando fino a Scandicci.

Ma non tutto il tracciato è, anzi era, stato definito, perché era rimasta pendente la decisione sul collegamento tra via Tavanti e viale Morgagni, tratto oggetto della cosiddetta variante Rifredi.
Ecco, questa variante, per molti data per sicura, non è stata approvata, quindi il percorso sarà definito dal progetto originario; capiamo di cosa si tratta.

VarianteIl percorso previsto dalla variante Rifredi (click per ingrandire)

La variante Rifredi nasce nel 2008 come variante di progetto al percorso della Linea 3. Prevedeva che la Tramvia, una volta arrivata in fondo a viale Morgagni, continuasse su via di Rifredi (la via del mercato di piazza Dalmazia), entrasse nell’area ENEL e poi facesse via Pisacane quindi via Tavanti in direzione Leopoldo-Statuto.
È notizia di questi giorni che l’Amministrazione ha deciso di non adottarla.

I motivi principali sono economici: infatti il percorso previsto dalla variante sarebbe costato circa 7.7 milioni di euro in più rispetto agli stanziamenti, con tempi di realizzazione assolutamente non compatibili (si parla di almeno 12 mesi in più) con il contratto sottoscritto e con il Piano Economico Finanziario, a meno che non si trovassero altri 4 milioni di euro per farlo revisionare.
Non di meno il discorso dei residenti di via di Rifredi, i quali non avrebbero avuto né transito né quindi possibilità di fermata sotto le loro case.

Vediamo quindi quale sarà il percorso definitivo della Linea 3.

PercorsoIl tracciato della Linea 3 (click per ingrandire)

Direzione Stazione

La Tramvia, arrivata all’altezza di piazza Dalmazia, si sdoppierà.
Il binario destro, quello in direzione Stazione, curverà a sinistra in via Corridoni, ci sarà una fermata (fermata Dalmazia) dove è attualmente presente quella degli autobus e poi proseguirà dritto per curvare nuovamente a destra in via Pisacane. Qui inizialmente il tram è sulla destra, poi si sposterà sul lato sinistro della strada dopo l’incrocio con via Mazzoni, fare la fermata Pisacane per reinserirsi in via Tavanti.

Nell’area verde all’angolo tra via Corridoni e via Pisacane sarà ricavato un parcheggio, costruita una sottostazione elettrica ed installata l’antenna del sistema Radio Tetra, un’antenna alta 30 metri necessaria al coordinamento radio della Linea 3, e sarà uguale a quella che attualmente si trova vicino alla fermata Paolo Uccello della Linea 1.

DalmaziaRendering: il tram in piazza Dalmazia verso la fermata omonima.
N.B. La larghezza della sede tranviaria sarà ridotta al minimo, quindi più stretta di quanto si evince dall’immagine

Direzione Careggi

Il tram in direzione Careggi invece, una volta superato il cinema Adriano, proseguirà in via Tavanti, girerà a sinistra in via Vittorio Emanuele e farà fermata (denominata Poggetto) tra via Celso e via Alderotti. Proseguirà in via Vittorio Emanuele con una seconda fermata (Vittorio Emanuele) davanti al Teatro di Rifredi, per poi ricongiungersi all’altro ramo in viale Morgagni dopo una curva a destra di 90°.

I lavori della Tramvia comprenderanno anche il rifacimento totale della parte pedonale di via del Palazzo Bruciato (tratto Emanuele-Pisacane), che sarà il collegamento tra le fermate Poggetto e Pisacane.

PoggettoRendering: il tram alla fermata Poggetto in via Vittorio Emanuele.
N.B. La larghezza della sede tranviaria sarà ridotta al minimo, quindi più stretta di quanto si evince dall’immagine

Per quanto riguarda il mercato di piazza Dalmazia, nonostante via di Rifredi non sarà interessata dalla Tramvia, esso sarà comunque spostato (rimarrà sempre in piazza, ma nelle altre aree, come quella verso via Reginaldo Giuliani). La piazza verrà riqualificata così come via di Rifredi, la quale sarà totalmente carrabile e fungerà da nodo di interscambio ferro-gomma dei mezzi pubblici.

Relativamente ai cantieri, invece, questi interesseranno, a differenza della variante, due arterie importanti per la mobilità. In ogni modo via Vittorio Emanuele e via Corridoni avranno sempre a disposizione almeno una corsia per far circolare le auto.

Ti interessa tenerti informato sulla tramvia fiorentina? Segui la nostra rubrica e scopri tutti i segreti delle rotaie fiorentine!

Partecipa alla discussione!
  • Filippo Ferraro

    Sono nato a Firenze nel 1992 e studio Ingegneria Civile. Mi piace fare sport e da sempre sono appassionato della mia città, specialmente per quel che riguarda il traffico, la mobilità e la tramvia.

Potrebbe interessarti anche

  • Commenti