L’estate ormai è finita e Sgarbi, (ambasciatore della Cultura della Regione Lombardia per Expo 2015), sta lottando fermamente contro “l’ottusità” di chi ha bocciato la proposta di trasferire i Bronzi di Riace e Arcimboldo a Milano.

expo 2015

E infatti, il nostro Vittorio non si arrende, e ci riprova con Firenze. Vuole infatti, per Expo 2015, la “Nascita di Venere” di Botticelli, che attualmente si trova alla Galleria degli Uffizi. Con il suo solito tono “diplomatico” infatti, ha parlato di una cifra di affitto tra i 600 e gli 800 mila euro. (La Repubblica)

Il tipico caso in cui “il gioco non vale la candela” se si pensa che durante l’Expo 2015,  i visitatori della città fiorentina sarebbero privati di una delle maggiori opere di richiamo dell’artista. Ma non solo.
L’evento Milanese è un potenziale portatore di visitatori per Firenze, considerando il fatto che è raggiungibile in appena un’ora e mezza di treno ad alta velocità, e che quindi sarebbe controproducente privare la Galleria di un’opera di tale rilievo per i turisti che potrebbero invece approfittare dell’Expo 2015 ,per spostarsi anche in altre città, prima tra tutte Firenze.

La decisione spetterà al Ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, il quale si è dimostrato abbastanza contrariato rispetto alle proposte lanciate da Sgarbi.

“Ora dico basta a questo dibattito quotidiano e improvvisato su singoli capolavori che dovrebbero essere trasferiti a Milano. Se ci saranno delle richieste formali, solo queste verranno esaminate. Il resto è solo dibattito estivo”.

La soprintendente del polo museale della Galleria Cristina Acidini non si esprime in merito, limitandosi a dire che la decisione e la valutazione dell’opportunità di spostare la Venere botticelliana spetta esclusivamente a Franceschini.

CasaPound Firenze invece, esprime un dissenso totale riguardo alla questione, dichiarandosi nettamente contraria, ritenendo l’eventuale spostamento dell’opera una vera e propria penalizzazione per la città e per la Galleria in primis che vanta la bellezza di circa 2 milioni di visitatori l’anno.
Così, l’estate è arrivata al capolinea e insieme a lei pare anche il “Caso Venere”.

Credits: www.educolor.itwww.informazione.it

Partecipa alla discussione!
  • 23enne amante dei libri con i finali tristi,sostenitrice accanita della teoria della ruota che gira,ma che quando gira ormai non ti importa più niente.Bartender pel di carota a tempo pieno,studentessa di scienze politiche a tempo perso,intelligente solo quando le conviene.

Potrebbe interessarti anche

parola chiave, toc toc firenze

Edifici vecchi, spazi nuovi: come Sant’Orsola può dare nuova vita a San Lorenzo

La riqualifichiamo questa Sant’Orsola? In un momento di difficoltà come quello che stiamo passando, ...

bicipark, toc toc firenze

Bicipark: who wants to ride his bycicle?

Hai paura dei ladri di biciclette? Hai avuto la terribile esperienza di ritrovare solo ...

energie rinnovabili a Firenze, toc toc firenze

Le energie rinnovabili a Firenze

Firenze, città verde, immersa nelle colline toscane, sta tentando ormai dalle soglie degli anni ...

  • Commenti